To SSD or not to SSD

Alla fine sono saltato sul carrozzone SSD, non l’avrei mai detto fino ad un paio di mesi fa.
Purtroppo il recente straparlare su tutti i siti che si sono occupati dei nuovi Air ha avuto un effetto psicologico su di me. Ho quindi deciso che era ora di rimpiazzare il lento e rumoroso disco originale del mio macbook pro. Alla fine lo scopo del cosidetto “hype” è proprio questo, indurre la percezione di obsolescenza verso oggetti perfettamente funzionanti per indurre a comprare il nuovo, più veloce, più necessario, più brillante, ci sono cascato.

Il negoziante dal quale mi fornisco ha tutta una lunga serie di SSD disponibili: Corsair, Apacer, Samsung, Intel, Crucial, OCZ ed infine Patriot Memory.

Dopo una lunga(?) serie di valutazioni tra cui prestazioni, prezzo/Gb, recensioni e sopratutto, compatibilità con OSX, ho optato per un Intel X25M G2, nel taglio da 80Gb, oltretutto a prezzo ridotto visto che gennaio saranno presentati i nuovi G3. Nel portatile non necessito di grandi quantità di spazio. Veramente ero interessato ai Crucial ma il taglio minore da 64Gb è veramente poco e quello appena superiore, da 128Gb, costa veramente una follia.

Continue reading To SSD or not to SSD

Benchmarks, numeri e numerelli…

Oggi ho finalmente fatto girare Xbench sulla nuova macchina. Interessante il confronto con i sistemi che l’hanno preceduto, giusto come curiosità l’ho fatto girare anche su un vecchio iMac G3.

iMac 2007
Core2Duo 2.4GHz
4Gb RAM
320Gb Hitachi HDT725032VLA360
ATI HD2600 Pro
System Version 10.6.3 (10D573)
Xbench Result: 139.145233

iMac 2008
Core2Duo Extreme 3.06GHz
4Gb RAM
500Gb Western Digital WD5000AAKS-40YGA1
Nvidia 8800GS
System Version 10.6.3 (10D573)
Xbench Result: 164.731720

MacBook Pro 2009
Continue reading Benchmarks, numeri e numerelli…

Installare VMWare Server su Ubuntu Server 10.04LTS

VMWare Server è ora disponibile come download gratuito dal sito VMWare, previa registrazione ovviamente.
Purtroppo però l’installazione su linux non è così “straightforward” e richiede qualche operazione da terminale, non che ci spaventi, anzi, rende tutto più divertente 🙂

Come prima cosa dobbiamo assicurarci di avere un ambiente “sano” per installare vmware, quindi:

~# apt-get update
~# apt-get upgrade
~# aptitude -y install build-essential linux-headers-$(uname -r) psmisc

Scompattiamo il tar.gz di vmware e successivamente si inizia l’installazione:

~# cd /tmp/vmware-server-distrib/
~# ./vmware-install.pl

Rispondiamo a tutte le domande dell’installer e parte la compilazione dei moduli di vmware, sfortunatamente non va a buon fine.

make[2]: *** [/tmp/vmware-config1/vmmon-only/linux/driver.o] Error 1
make[1]: *** [_module_/tmp/vmware-config1/vmmon-only] Error 2
make[1]: Leaving directory `/usr/src/linux-headers-2.6.32-21-generic'
make: *** [vmmon.ko] Error 2
make: Leaving directory `/tmp/vmware-config1/vmmon-only'
Unable to build the vmmon module.

For more information on how to troubleshoot module-related problems, please
visit our Web site at “http://www.vmware.com/go/unsup-linux-products” and
“http://www.vmware.com/go/unsup-linux-tools”.

Execution aborted.

Continue reading Installare VMWare Server su Ubuntu Server 10.04LTS

Synology DS110J ed il fastidio di lavorare dietro ad un proxy

Tutti i Synology rispondono con i propri servizi sulle porte 5000 e 5001, si possono comunque modificare ma la 80 non è permessa come alternativa.
Purtroppo nell’azienda dove lavoro non è permesso uscire su nessuna porta che non sia la 80, raggiungere il NAS a casa per spedire o recuperare files è quindi un problema.
In alternativa possiamo installare il comodissimo freeware eXtplorer tra i webservices del proprio NAS e può convivere tranquillamente con il File Manager standard della Synology, unica pecca è che non si riesce a farlo puntare ai files dell’utente locale (almeno io non sono riuscito :P)
L’installazione comunque si limita a scompattare il pacchetto sotto /volumeX/web/$FOLDER_A_SCELTA e seguire i passi del readme, ricordatevi di assegnare i permessi di tutta la struttura all’utente nobody:

chown -R nobody.nobody /volumeX/web/$FOLDER_A_VOSTRA_SCELTA

Il mio consiglio è di creare una folder users/$USERNAME che useremo per assegnarla ad un utente.

Purtroppo la configurazione standard del firmware Synology prevede un limite di 32MB per l’upload dei files, dobbiamo collegarci via ssh/telnet ed andare a modificare le corrispondenti voci del file /user/syno/etc/php.ini con valori opportuni, nel mio caso 128Mb. Salvate il file e riavviate il servizio web del NAS.

Collegatevi su http://$NAS/$FOLDER_A_VOSTRA_SCELTA, l’utente di default è admin con pwd admin. Cambiate subito la pwd di admin e create un nuovo user che punti a /users/$USERNAME, potremo ora finalmente spedire e ricevere files da casa.