Glassfish upgrade 3.1.2, qualche rogna di troppo

Recentemente mi è capitato di aggiornare un paio di server dalla 3.1.1 a 3.1.2, il passaggio però non è stato dei più fluidi, oltretutto trattandosi di una minor release.

Il primo problema arriva da updatetool. Durante lo scaricamento dei pacchetti ci troviamo un bel timeout quando si arriva all’upgrade di metro. Dopo qualche ricerca su google il problema sembra essere al default timeout dell’updatetool che è poco coerente con la dimensione di alcuni pacchetti, la soluzione è impostare una variabile d’ambiente prima di lanciare updatetool:

> export PKG_CLIENT_LOWSPEED_TIMEOUT=300
> ./updatetool

Secondo problema, l’avvio del dominio non va a buon fine. Infatti dal log si legge:

[#|2012-04-04T10:39:06.145+0200|SEVERE|glassfish3.1.2|javax.enterprise.system.core.com.sun.enterprise.v3.server|_ThreadI
D=10;_ThreadName=Thread-2;|Startup service failed to start : com.sun.enterprise.security.admin.cli.SecureAdminStartupChe
ck|#]

[#|2012-04-04T10:39:06.166+0200|INFO|glassfish3.1.2|javax.enterprise.system.tools.admin.com.sun.enterprise.v3.admin|_Thr
eadID=15;_ThreadName=Thread-2;|Server shutdown initiated|#]

La soluzione non è proprio delle più semplici, è necessario ricreare i certficati, io mi sono limitato a creare un nuovo dominio e brutalmente copiare i file *.jks dal nuovo dominio al vecchio:

> asadmin create-domain domain2
> cd domain2/config
> copy *.jks ../../domain1/config
> asadmin delete-domain domain2

Ora non ci resta che aggiornare il domain

> asadmin start-domain --upgrade

Finalmente parte tutto, purtroppo non si riesce più ad entrare nella console di amministrazione, ci restituisce un bel “Secure login is not enabled”. Di nuovo tocca mettere mano nel server con asadmin.

> asadmin --host [host] --port [port] enable-secure-admin
> asadmin stop-domain
> asadmin start-domain

Ovviamente [host] e [port] vanno rimpiazzati con valori opportuni, ad esempio indirizzo IP e porta 4848 nel mio caso, il restart è necessario per leggere le nuove impostazioni.

Tutto sommato un upgrade non proprio dei più lisci.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *