Windows 8. Chi?

Natale è passato e più o meno ferie finite. Qualcuno in famiglia ha avuto la brillantissima idea di regalare un portatile ad una donna di 70 anni, totalmente a digiuno in materia informatica, immancabilmente con Windows 8 preinstallato.

Fin’ora avevo visto 8 solo di sfuggita su macchine fisiche, principalmente l’avevo usato solo in qualche virtual machine, con pessimi risultati, ma avevo concesso il beneficio del dubbio prima di dare un giudizio definitivo.

Dunque, tolto il portatile dalla scatola si parte con le prime operazioni. Subito si parte malissimo, non c’è verso di fargli agganciare la wireless di casa. Nessun device ha mai avuto un problema in passato, tranne ovviamente un altro prodotto microsoft, ovvero Windows XP che prima della SP2 aveva qualche guaio ad agganciare reti in WPA2-PSK. Windows 8 la aggancia, poi saltuariamente perde la connessione. Driver della scheda di rete farlocco? Probabile, ma visto che quel coso non l’ho comprato io non ho la minima intenzione di perdermi a fare debugging.

Il problema vero comunque è l’interfaccia. E’ veramente quanto di più drammatico si possa avere su un computer. Non sta bene su un tablet, non sta bene su un pc. E’ un’interfaccia che non sa nemmeno lei dove deve stare, una parte gira su metro (o come diavolo si chiama questa settimana quel disastro), un’altra parte rimanda al desktop. Poi c’è la parte peggiore, l’utilizzo degli angoli del monitor. Ci si ritrova a mandare il mouse continuamente da una parte all’altra, anche per operazioni banali, insomma è un sistema veramente fastidiosissimo.

Resta il dubbio, difficile da dissolvere, del perché, di questi tempi dove il 90% degli utenti necessita solo di un browser e (raramente) di un client di posta, esista ancora chi compra un portatile del genere con in mente un utente che nemmeno conosca un mouse. Chiedere prima no? Un tablet? Un Chromebook? Evidentemente non solo il solo a pormi queste domande perché pare che, nonostante il periodo natalizio, Windows 8 stia facendo peggio di (s)Vista.

E’ pur vero che tutto il comparto PC è in contrazione, ma onestamente ho come l’impressione che la casa di Redmond ci abbia messo del suo, sono 22 anni che non vedo un OS così imbarazzante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *