Printing a gun? You bad muthafucka!

Ora le stampanti sorveglieranno quello che volete stampare. Da Punto Informatico.

Nel Vaticano sorveglieranno se qualcuno cerca di stampare un bambino?

Le vostre matite perderanno la punta se capiscono che state per cavare gli occhi a qualcuno?

I coltelli diventeranno righelli quando capiranno che stanno per infilzare qualcuno o per tagliarvi mentre preparate la cena?

Viviamo in pieno delirio di controllo.

Forse sarebbe più facile smettere di produrre rivoltelle no? Forse no.

PRISM, che meraviglia

Il mondo è sotto shock, ha scoperto PRISM. Incredibile vero?

Incredibile è che chiunque facesse suonare i campanelli d’allarme anni fa veniva bollato come “complottista”, con “manie di persecuzione”, “pensa te se si metteranno a spiare gente come noi”.

Incredibile è che tutti credono riguardi solo il paese dei puritani timorosi in perenne fuga dal re cattivo, anche la nostra (carissima) UE ha un discreto peso nella faccenda. Ora ci spieranno anche i conti correnti, che bonifici fate, da chi comprate, quanto avete, quanto dimostrate e quanto dovrete avere.

Ma la cosa più incredibile è che la gente si sta abituando a non avere una vita privata.

Sapete che c’è, in un mondo dove nessuno legge un’EULA e accetta qualunque policy, che compra i prodotti che compra, che riversa tutta la vita su Facebook, Twitter, Instagram, Google e allegra compagnia, ma di che privacy vi lamentate?

PRISM non è che un aggregatore, i veri data entry siete voi.

I primi a non volere la privacy siete voi.

Linux in ufficio come desktop, finally!

Sono quasi dieci anni che aspettavo questo momento, l’ora è giunta di salutare windows come desktop da lavoro.

Uno dei motivi che mi ha sempre costretto a mantenere windows sul pc da lavoro è stato Toad, software che uso da anni e non saprei veramente farne a meno come IDE per sviluppo su DB Oracle. Finalmente ho trovato una validissima alternativa. Aquafold Data Studio, un software veramente scritto bene, finalmente qualcuno decide di fornire software di qualità in ambiente linux e non le solite GUI inguardabili, file di configurazione che sembrano più rumore di trasmissione che qualcosa scritto da umani, stabilità opinabile e via dicendo, tutto perché solitamente questo genere di software è scritto da programmatori e per programmatori. Finalmente il trend inizia a cambiare. Continue reading Linux in ufficio come desktop, finally!