Java su Synology

A volte può essere comodo avere Java sul proprio NAS Synology e provare piccoli sviluppi software java o magari su tomcat o jetty.

Un bel post su PC Load Letter illustra le operazioni da fare. E’ importante conoscere quale CPU monta il proprio NAS. Funziona perfettamente sul mio DS110J ma non aspettatevi prestazioni da brivido per la JVM, in fondo si tratta di un NAS di 5 anni fa.

Non ho provato ad installare Glassfish o JBoss perché già Tomcat sembra essere al limite su questo NAS, sicuramente con i Synology più recenti la situazione sarà migliore. Onestamente non saprei nemmeno dire se gli application server prima elencati possano funzionare con Java SE Embedded, ma poter avere un Tomcat è una buona cosa.

Il cloud meno nuvoloso in casa propria

Cloud qui, cloud lì, nuvole ovunque, oggi si parla di cloud come anni fa qualunque ciarlatano parlava di web, come recentemente scrissi qui c’è da leggere con molta cura i termini di servizio dei vari provider.

Alla fine ho deciso semplicemente che non voglio dare i miei file a nessuno, sopratutto perché avendo un NAS in casa non ha alcun senso lasciare dati “fuori casa”.

Continue reading Il cloud meno nuvoloso in casa propria

Synology DS110J ed il fastidio di lavorare dietro ad un proxy

Tutti i Synology rispondono con i propri servizi sulle porte 5000 e 5001, si possono comunque modificare ma la 80 non è permessa come alternativa.
Purtroppo nell’azienda dove lavoro non è permesso uscire su nessuna porta che non sia la 80, raggiungere il NAS a casa per spedire o recuperare files è quindi un problema.
In alternativa possiamo installare il comodissimo freeware eXtplorer tra i webservices del proprio NAS e può convivere tranquillamente con il File Manager standard della Synology, unica pecca è che non si riesce a farlo puntare ai files dell’utente locale (almeno io non sono riuscito :P)
L’installazione comunque si limita a scompattare il pacchetto sotto /volumeX/web/$FOLDER_A_SCELTA e seguire i passi del readme, ricordatevi di assegnare i permessi di tutta la struttura all’utente nobody:

chown -R nobody.nobody /volumeX/web/$FOLDER_A_VOSTRA_SCELTA

Il mio consiglio è di creare una folder users/$USERNAME che useremo per assegnarla ad un utente.

Purtroppo la configurazione standard del firmware Synology prevede un limite di 32MB per l’upload dei files, dobbiamo collegarci via ssh/telnet ed andare a modificare le corrispondenti voci del file /user/syno/etc/php.ini con valori opportuni, nel mio caso 128Mb. Salvate il file e riavviate il servizio web del NAS.

Collegatevi su http://$NAS/$FOLDER_A_VOSTRA_SCELTA, l’utente di default è admin con pwd admin. Cambiate subito la pwd di admin e create un nuovo user che punti a /users/$USERNAME, potremo ora finalmente spedire e ricevere files da casa.

Nucleo Anti Sofisticazione? NAS!

Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, meglio conosciuto come Nucleo Antisofisticazione e Sanità dell’Arma dei Carabinieri, o più spesso indicato semplicemente come NAS

Niente di tutto questo.
Network Attached Storage? Ecco, potrebbe essere, nel nostro caso però la definizione di NAS è un filo stringente.

Difficile considerare un “semplice” NAS un sistema che gestisce NAS, Backup, UPnP, Download Station, File Station, MySQL, cms vari e chissà quante altre diavolerie si possono installare, basta che il framework sia basato sul classico schema LAMP (Linux, Apache, MySQL, PHP).

Tutto questo mentre si consuma meno di un caricatore per cellulari e senza impazzire dal lato sistemistico configurando un server Linux. Tutto questo per una cifra vicina alla metà del prezzo di un iPod. Continue reading Nucleo Anti Sofisticazione? NAS!